Clicky

Better Books: Art, Anarchy and Apostasy

Il 94 di Charing Cross Road a Londra –un indirizzo che gli appassionati di libri non possono non conoscere– fu tra gli anni 50 e 60 il fulcro della scena artistica underground e d’avanguardia di tutta la capita inglese.  È lì, infatti, che nel 1946 Tony Godwin aveva deciso di aprire Better Books, un luogo d’incontro a metà tra una libreria e uno spazio espositivo indipendente.

Better Books fu la casa-rifugio di un’intera generazione di giovani artisti, musicisti, filmmaker e scrittori che, reduci dall’esperienza della guerra, tentarono di dare una traiettoria nuova alla cultura e alla società, mossi dalla necessità di riformulare radicalmente la produzione artistica contemporanea e soffocare l’ansia e il ricordo degli orrori della Guerra Fredda.

Il Center for Art and Media di Karlsruhe (a pochi chilometri da Stuttgart, Germania) ricostruisce con una mostra gli anni gloriosi di Better Books, nel ventennio in cui ospitò artisti come Gustav Metzger, William S. Burroughs, Allen Ginsberg, Alexander Trocchi, Kenneth Anger, John Latham e molti altri. La mostra raccoglie materiale d’archivio, fotografie, libri, e una serie di film sperimentali nati e prodotti dentro le quattro mura di Better Books.

Better Books: Art, Anarchy and Apostasy
ZKM | Center for Art and Media, Karlsruhe, Germania
fino al 6 gennaio 2013
www.zkm.de



 

Lascia un Commento