Clicky

Weekly Favorites: Music

Lindstrøm - Smalhans (Smalltown Supersound)

Quarto album da solista per Hans-Peter Lindstrøm, il secondo in un anno. Dopo lo sperimentale e deludente Six Cups Of Rebel il produttore norvegese si rimette in carreggiata e ci regala il suo lavoro più accessibile e omogeneo, complice il collega e compatriota Todd Terje in fase di regia. Tornano le cavalcate space-disco, dritte, epiche e avvolgenti come non mai. Torna l’ispirazione e non si smette più di ballare.


Ital – Dream On (Planet Mu)

A Daniel Martin McCormick, in arte Ital, non bastava averci deliziato solo pochi mesi fa con Hive Mind, il suo disco d’esordio. Eccolo con un album nuovo di zecca dove lo ritroviamo impegnato a sperimentare con i linguaggi della house e della techno anni novanta, destrutturati e assemblati con verve impressionista. Lasciatevi travolgere da una cascata di ritmiche nervose e loop frenetici, assaporate le pause ambient-drone riflessive e apocalittiche. Prima che il sogno finisca.

Lo streaming qui.


Prince Rama – Top Ten Hits of the End of the World (Paw Tracks)

Concepito come una compilation di dieci presunte band morte durante l’apocalisse, il nuovo album del duo di Brooklyn è un pastiche sonoro geniale e grottesco. Cosmic disco, motorcycle rock, new-wave, grunge, tribal goth, arabic pop e glam si rincorrono in un concept intellettuale che entusiasma per versatilità e capacità di giocare e riflettere sui concetti universali di memoria e nostalgia. Quando il pop diventa arte e la fine del mondo è sempre più vicina.

Ascolta due estratti da  Top Ten Hits of the End of the World qui sotto.

 







 

Lascia un Commento