Clicky

Walter Pfeiffer

Walter Pfeiffer nasce nel 1946 a Zurigo. Qui svolge i suoi studi per poi laurearsi come grafico ed illustratore. Salta da un lavoro all’altro, ma la sua continua ricerca estetica lo introduce ad un nuovo mondo legato alla fotografia, dove inizia a documentare la sua cerchia di amici ed amanti. Timidamente si introduce al pubblico nel 1974 con una mostra collettiva, di nome “Transformer”, un titolo preso in prestito dall’album di Lou Reed di due anni prima. Il suo contributo sono le foto di Carlo, un transessuale che Walter fotografa sia nella versione maschile che nella trasformazione femminile. Nasce così il genere di Walter. Poco dopo esce il primo libro di Walter, intitolato semplicemente “Walter Pfeiffer: 1970-1980”. Sulla copertina, un’immagine viziosa di una bambola di Ken con una mano infilata nelle mutande, per introdurre il tono delle allora scioccanti immagini che si trovavano all’interno. Ragazzi spesso nudi, che giocano tra di loro, drag queen e scatti ravvicinati di fanciulli in tutto il loro splendore: cazzi, culi, pettorali e tanti sorrisi. Questi scatti sono mescolati con foto di scena casuali, paesaggi, giochi di luci e le immagini dei gatti di Walter. Il libro viene immediatamente considerato un cult e Walter guadagna fama nella scena underground. Eppure, anche se molto influente, la fotografia di Walter Pfeiffer è rimasta un segreto relativamente ben conservato per quasi trent’ anni. Tutto questo cambia nel 2007, quando i-D lo contatta e gli commissiona un editoriale di dodici pagine. Poco dopo, Tom Ford lo chiama per scattare il suo ritratto, insistendo che non vuole nessun altro se non lui: gli invia una Bentley e uno chauffeur per portarlo alla location. Quella foto di Tom a casa, in accappatoio contro una serigrafia di Andy Warhol, ha segnato un trionfo per il Walter Pfeiffer mainstream. Poco dopo arrivano le richieste da GQ, Vogue Homme International, Vogue Parigi e ultimamente T Magazine, W Magazine e le campagne per Pringle of Scotland.Proprio durante la sua visita a Milano per la sfilata di Pringle of Scotland, ho avuto finalmente la fortuna di conoscere uno dei miei fotografi preferiti. Leghiamo subito e visto il poco tempo disponibile a Milano decidiamo di continuare il discorso a casa sua a Zurigo, durante una mia visita in Svizzera. Mentre mi mostra i diari personali che tiene da oltre vent’anni anni, i disegni dell’inizio della sua carriera d’artista e la collezione di cappellini Supreme, mi racconta la sua storia e il successo inaspettato (da parte sua), ma atteso per trent’anni da tutti gli altri. (Foto di Sean Michael Beolchini).

Ciao Walter! Grazie mille per avermi invitato a casa tua. Ho letto così tante interviste sulla tua storia, che vorrei quindi iniziare parlando un po’ di te e di cosa stai facendo oggi.
Quanti anni hai?
Ci tengo a dire che vivo in età classica.

Quanti anni ti senti?
Dipende dai giorni… Proprio oggi mi sento giovane. Ma ci sono giorni in cui mi sento vecchio, non cerco di nasconderlo.

Dove vivi?
A Zurigo.

E’ un buon posto dove vivere oggi?
Sì, ai giorni nostri è ottimo. Intendo dire che dieci o venti anni fa era una storia diversa: dovevi viaggiare fino a Parigi, Londra, Milano o Roma per lavorare. Ma oggi puoi lavorare anche da Zurigo, o avere come base Zurigo e impostare tutto direttamente da casa: questo lo rende molto meglio e facile. Concludendo: sì, ora mi piace. Voglio dire, credo che sia un tantino tardi per me per decidere di cambiare città a questo punto della mia vita, no!?! (ride)

Sei felice qui?
Certo!

Stai tenendo d’occhio qualche fotografo giovane?
No, devo dire che il mio background sia più derivante da un punto di vista artistico, che è come mi è stato insegnato a scuola e ho mantenuto questa passione, dopo tutti questi anni trovo ancora il mio interesse estetico nell’arte classica. Ora che ci penso, la cosa mi fa sentire abbastanza vecchio… Lo faccio guardando del materiale nuovo, ma lo guardo con una prospettiva completamente diversa, quasi osservandolo con curiosità, vedendo le cose che cambiano e si evolvono, o forse provando tristezza verso quelle per cui non è cambiato nulla. Non le osservo in cerca di ispirazione o di idee. Per me l’ispirazione si trova nella vita quotidiana, guardando le persone che camminano per la strada, quello che tengono in mano, come sono vestiti, perché hanno scelto quella determinata pelliccia… Ma non guardo un libro per essere ispirato, non per pianificare il mio lavoro. Vengo dal mondo dell’arte, dal mondo dell’arte classica italiana dovrei dire, Rinascimento… Come me!!! (ride) No, non ho intenzione di incominciare a citare il come e il quando altrimenti non finiremmo più.

Avevi un mentore quando hai iniziato a lavorare?
Sì, avevo un mentore quando ero giovane; in verità ne ho avuto più d’uno, ciascuno per una fase diversa della mia vita. Il mio primo mentore, quando ero giovane e un sipario ancora chiuso, fu il proprietario di una scuola d’arte di Zurigo che frequentai. Fu lui ad aprire il sipario. Mi prese con sé, mi formò dalla testa ai piedi, mi mostrò tutto il possibile, aprendo i miei occhi per un raggio davvero ampio. Fu lui a farmi conoscere l’incredibile Duchamp. Da lui ho capito le varie esplorazioni che l’arte aveva fatto fino a quel momento.
Il mio secondo mentore, Jean Christophe Amman, fu il primo a mostrare il mio lavoro. E mi spinse sempre di più. Non era mai soddisfatto dei miei risultati; quando gli mostravo i miei lavori, li analizzava a fondo e mi diceva di scavare ancora di più e come ottenere certi concetti, volendo sempre di più e ancora di più! Uscivo sempre dal suo studio con una faccia lunga e arrabbiata, sentendomi vuoto. Ma alla fine lui fu il più importante, perché fu colui che mi spinse più lontano. Con lui feci il mio primo libro: Walter Pfeiffer 1970-1980. La sua visione e le sue idee così ferme furono la miglior direttiva che potessi avere. Voglio dire… A quei tempi i cazzi non erano nei libri, ma lui insistette per metterli in un libro e raggiungere una certa attenzione, un’affermazione che fu avanti per il tempo. Mi ha sempre spinto…

Senti di essere stato un mentore per qualcuno?
No so se mi definirei un mentore, credo che sia una cosa che uno non possa dire di se stesso, ma deve essere definito tale da qualcun altro… Comunque ho sempre avuto giovani artisti attorno a me, che mi assistevano. Imparavano un sacco da me mentre lavoravamo, ma credo anch’io di aver imparato molto da loro. Uno dei miei preferiti è stato Linus Bill, un ragazzo con un talento incredibile; mi piace molto il suo modo di pensare.

Linus Bill! Sì, sono un suo grande fan sia come persona sia come fotografo, fu una delle mie prime interviste. Come lo hai conosciuto?
Stavo insegnando ad un workshop alla Scuola d’Arte in Svizzera e stavo cercando un ragazzo giovane che mi facesse da modello. Linus era uno studente di questo workshop e pensai che la sua immagine era perfetta per il tipo di lavoro che avevo in mente. Feci un sacco di foto stupende di lui. Dopo siamo diventati più stretti e parlando, abbiamo condiviso un sacco di interessi e punti di vista, dopodiché è diventato il mio assistente. Molti dei ragazzi con cui ho lavorato crescendo mi hanno annoiato in poco tempo e sarebbero poi finiti a fare il militare, ma con Linus è stato diverso.

Un consiglio che daresti loro?
Non vivere troppo in fretta, di fermarsi e guardarsi attorno o si perderanno un sacco di dettagli. Inoltre, di non affrettare le cose; voglio dire, al giorno d’oggi vedo tanta ambizione, che è buono, ma quando sei un pazzo ambizioso e ti muovi troppo velocemente, credo che lascerai il segno. Sarai famoso per qualche anno, ma nulla di più… Ecco perché sono felice della mia età classica: prendo le cose lentamente, con il mio ritmo.

Stai tenendo qualche lecture? O insegnando in qualche istituto?
Oh sì sì! E mi piace un sacco! Questo weekend terrò un workshop con degli studenti a Zurigo. Mi piacciono questi progetti perché durano solo quattro-cinque giorni e sono intensivi. Non interferiscono troppo con le altre cose che ho da fare. Il tema di questo è “We Are Family” e ci stiamo impratichendo per fotografare gruppi di persone i più ampi possibili. Queste occasioni sono anche un buon modo per conoscere gente, il che ci riporta a Linus Bill, che ora conosciamo!

Sembri molto entusiasta di questo. Cosa credi che (i ragazzi) pensino di te?
Spero che mi amino come io amo loro. Sì, devo dire che se il progetto mi coinvolge, mi ci butto a picco e ne rimango entusiasta… Forse troppo? Mi presento con tutti i miei props, i miei colori e le mie idee; e creiamo…

Parlami della tua nuova carriera come “Fotografo di moda”! Il tuo lavoro è stato venerato dagli anni ‘80 tra tutti i publishers underground, le zines indipendenti e i collezionisti d’arte. Ma recentemente sono i fashion brand e le riviste commerciali che commissionano il tuo nuovo lavoro. Ho visto Vogue Paris, Vogue Homme International, New York Times Magazine e anche Pringle of Scotland, tra i tuoi ultimi successi. Cosa ne pensi?
Mi sono sempre tenuto occupato durante la mia vita e dall’inizio della mia carriera professionale sono stato coinvolto dal fashion in qualche modo. Divertente, non abbastanza per fotografarlo.

Porti la macchina fotografica sempre con te? (Mostramela! Mentre lo dico estrae una Contax T2 splendidamente tenuta dalla sua borsa)
Beh, quasi sempre, la dimentico qualche volta ora data la mia tenera età…E mi trovo fuori e vedo tutte queste cose magnifiche e mi arrabbio così tanto che la mia macchina fotografica sia a casa a riposare…

Hai una macchina fotografica digitale?
Sì. Ultimamente ho deciso di prenderne una per i lavori che mi commissionano oggi. Quando è uno shooting per cose mie uso la mia fedele Contax, ma quando lavoro con clienti grossi, uso questa nuova macchina fotografica digitale e tecnologica. Sono così abituati a vedere il risultato del lavoro in modo immediato, che spesso ho la selezione delle foto prima della fine della giornata.

Sì, ma il tuo personalissimo tocco, lo si può riconoscere anche quando lavori in digitale.
Grazie! Penso che la macchina fotografica in se stessa non cambierà il senso che tu vuoi dare a una fotografia e non credo che dovrebbe. Nel corso degli anni ho scattato con ogni tipo di macchina fotografica che mi è passata per le mani – non sono un tecnico, sono istintivo.

Un cliente o un Art Director ha mai criticato le tue scelte?
Non lo chiamerei criticare, ma è abbastanza divertente, perché scatto solo una o due volte e dico: “Ok, ho fatto!”. E rimangono lì tutti del tipo: “Cosa vuol dire fatto? Voglio dire, non vuoi scattare di più? Sei sicuro?” ecc… Ma ho sempre lavorato così da quando ho iniziato, quando non avevo molti soldi e quindi dovevo tirar fuori il meglio da ogni fotogramma ed essere sicuro di avere il servizio. Anche oggi, col digitale!

Sì, vedo che sei stato fedele allo stesso punto di vista e approccio; le foto col flash sono un tratto distintivo del tuo stile. Perché la scelta di scattare col flash?
Non è stata propriamente una scelta. Sono così nervoso che mi tremano le mani, quindi ho iniziato così come necessità per avere foto belle nitide, ma amo il flash!

Il tuo anno di residenza a New York fu il momento del grande cambiamento, quasi l’innesco del processo di formazione. Cosa successe là?
Certo! Era il 1980 e avevo appena ottenuto la residenza in una delle città che più mi avevano incuriosito durante gli anni giovanili. Erano gli anni di Roxies, c’era un movimento punk vs disco, c’erano i Pink Flamingoes e il sorgere di un nuovo tipo di film a basso costo: tutto stava accadendo!

Oh! Quindi come ci sei riuscito?
Era così diverso da quello a cui ero abituato… La prima cosa che feci è stata quella di buttare via tutti i miei abiti e di prenderne di nuovi ai thrift stores; tinsi i miei capelli e volevo andare ovunque, così iniziai da tutte le retrospettive e proiezioni che potevo. Avevo portato la bozza del mio primo libro (che poi divenne il famigerato 1970-1980, che creò scalpore alla sua pubblicazione per i suoi contenuti e la sua nudità omosessuale esplicita). Il mio sogno era quello di portarlo a Andy Warhol e a Interview Magazine, ma era la mia copia in versione xerox e avevo vergogna…

Vuol dire che non sei mai andato?
No! Mi rende pazzo il fatto di non esserci mai andato.

Così lo hai tenuto con te per un anno e lo lasciasti un segreto?
Quasi un segreto sì, ma non per motivi di invidia o simili: ero solo troppo timido. Così tornato a Zurigo mi sono detto che non avrei dovuto aspettare oltre e l’ho liberato. [pausa] Ma c’era tanta bellezza nella gioventù di allora a New York che ne sono stato catturato. Quel viaggio di lavoro di un anno fu molto importante per me e per il mio lavoro.

Assolutamente, lo vedo nel tuo lavoro. Sei completamente innamorato della bellezza e del glamour (così, il titolo perfetto Love With Beauty – Steidl, 2009) . Mi piace che questo emerga con tale naturalezza, perché questa emozione ricorre spesso quando osservo un tuo lavoro; è come se guardassi attraverso gli occhi di qualcuno che è innamorato di ciò che sta fotografando.
Grazie. Per me l’amore è passione e spesso condivido la passione con il progetto che sto seguendo, dunque con tutti i suoi componenti e i modelli. Quella sensazione di arrivare ad un punto dove senti di aver raggiunto un obiettivo e devi spingere te stesso e la tua squadra per ottenerlo, è veramente veramente duro. Spesso i miei modelli e io ci sentiamo tristi alla fine di una collaborazione, tristi che sia finita.

Ti piace essere fotografato? Credi di essere un soggetto interessante?
Oh no, non credo!

Chi ha scattato la tua foto preferita di te stesso?
Tu! (ride)

Si può essere timido ed essere un buon fotografo?
Oh! E’ un lavoro molto duro! Sono molto timido e l’ho sentito come un grosso limite al mio lavoro, nell’approccio con certe persone o modelli con cui volevo lavorare per me fu impossibile. Penso che sia il mio entusiasmo l’unica cosa che a volte supera e mette fuori gioco la mia timidezza… Credo sia la mia sfida.

Segui il cuore o il cervello? E’ sempre stato così?
Ragazzo mio, seguo il cuore! L’ho sempre fatto e spero di farlo sempre.

Oggi sei qui con me a Zurigo, ma domani dove sarai e cosa farai?
Sto lavorando a un progetto incredibile che avrà luogo in Scozia: fotografare Tilda Swinton per Pringle of Scotland. ma poi tornerò qui a Zurigo, così saprai dove trovarmi!

Lascia un Commento

  1. Alla Cuffie scrive:

    Walter Pfeiffer…

    Healing’s Dragon…

  2. Blogs ou should be reading…

    [...]Here is a Great Blog You Might Find Interesting that we Encourage You[...]……

  3. youtube network scrive:

    Awesome website…

    [...]the time to read or visit the content or sites we have linked to below the[...]……

  4. Great website…

    [...]we like to honor many other internet sites on the web, even if they aren’t linked to us, by linking to them. Under are some webpages worth checking out[...]……

  5. deezer gratuit scrive:

    Sources…

    [...]check below, are some totally unrelated websites to ours, however, they are most trustworthy sources that we use[...]……

  6. parking scrive:

    Websites worth visiting…

    [...]here are some links to sites that we link to because we think they are worth visiting[...]……

  7. Check this out…

    [...] that is the end of this article. Here you’ll find some sites that we think you’ll appreciate, just click the links over[...]……

  8. Blogs ou should be reading…

    [...]Here is a Great Blog You Might Find Interesting that we Encourage You[...]……

  9. Websites we think you should visit…

    [...]although websites we backlink to below are considerably not related to ours, we feel they are actually worth a go through, so have a look[...]……

  10. Cool sites…

    [...]we came across a cool site that you might enjoy. Take a look if you want[...]……

  11. Websites we think you should visit…

    [...]although websites we backlink to below are considerably not related to ours, we feel they are actually worth a go through, so have a look[...]……

  12. Guide to optimize Facebook ads to get cheap traffic…

    [...]The information mentioned in the post are a number of the very best available [...]…

  13. Websites worth visiting…

    [...]here are some links to sites that we link to because we think they are worth visiting[...]……

  14. Payday Loans scrive:

    Blogs ou should be reading…

    [...]Here is a Great Blog You Might Find Interesting that we Encourage You[...]……

  15. Walter Pfeiffer…

    [...]The whole look of your web site is fantastic, let well as the content material![...]…

  16. how to get your ex back…

    [...]just beneath, are many totally not related web sites to ours, nonetheless, they’re certainly really worth going over[...]…

  17. top 10 stoner movies…

    [...]Every as soon as inside a whilst we pick blogs that we study. Listed beneath would be the most current internet sites that we pick [...]…

  18. bail bonds lywood…

    [...]below you will come across the link to some web sites that we feel you ought to visit[...]…

  19. Read was interesting, stay in touch……

    [...]please visit the sites we follow, including this one, as it represents our picks from the web[...]……

  20. Links…

    [...]Sites of interest we have a link to[...]……

  21. Websites you should visit…

    [...]below you’ll find the link to some sites that we think you should visit[...]……

  22. Links…

    [...]Sites of interest we have a link to[...]……

  23. contact numbers scrive:

    contact numbers…

    [...]Every the moment inside a though we choose blogs that we study. Listed below are the most up-to-date web pages that we pick out [...]…

  24. Dating Tester scrive:

    Links…

    [...]Sites of interest we have a link to[...]……

  25. Visitor recommendations…

    [...]one of our visitors recently recommended the following website[...]……

  26. boob scrive:

    boob…

    [...]one of our guests not too long ago advised the following website[...]…

  27. Check this out…

    [...] that is the end of this article. Here you’ll find some sites that we think you’ll appreciate, just click the links over[...]……

  28. Read was interesting, stay in touch……

    [...]please visit the sites we follow, including this one, as it represents our picks from the web[...]……

  29. Read was interesting, stay in touch……

    [...]please visit the sites we follow, including this one, as it represents our picks from the web[...]……

  30. Bail Info scrive:

    Sites we Like……

    [...] Every once in a while we choose blogs that we read. Listed below are the latest sites that we choose [...]……

  31. Recent Blogroll Additions……

    [...]usually posts some very interesting stuff like this. If you’re new to this site[...]……

  32. 安全な電力平準化と金…

    我々はより速く、電力平準化を提供し、安全で、当社のウェブサイト上で注文をするために歓迎することができます…

  33. Sites we Like……

    [...] Every once in a while we choose blogs that we read. Listed below are the latest sites that we choose [...]……

  34. Superb website…

    [...]always a big fan of linking to bloggers that I love but don’t get a lot of link love from[...]……

  35. Sites we Like……

    [...] Every once in a while we choose blogs that we read. Listed below are the latest sites that we choose [...]……

  36. 安全な電力平準化と金…

    私の非常に自身 正直 後悔 いないためあなた 以前…

  37. 安全な電力平準化と金…

    あなたは1だ 行ってA 栄光仕事…

  38. Websites we think you should visit…

    [...]although websites we backlink to below are considerably not related to ours, we feel they are actually worth a go through, so have a look[...]……

  39. Read was interesting, stay in touch……

    [...]please visit the sites we follow, including this one, as it represents our picks from the web[...]……

  40. RMT777 scrive:

    safe power leveling and gold…

    we can provide that power leveling faster and safe ,welcome to place order on our website…

  41. 安全な電力平準化と金…

    私が感じるかわいい 感謝たのは出くわす あなた ウェブページとを楽しみにしていくつもっと分ここに読み…

  42. iUnlox – Official iPhone IMEI Factory Unlocking Service…

    Trying to find out how to unlock your iPhone 4s permanently with an official factory unlock? Unlock any type of iPhone running any version of firmware. Factory iPhone unlocks are permanent, processed by Apple, completed in iTunes and will not void your…

  43. 安全な電力平準化と金…

    我々はより速く、電力平準化を提供し、安全で、当社のウェブサイト上で注文をするために歓迎することができます…

  44. iUnlox – Official iPhone IMEI Factory Unlocking Service…

    Are you looking to unlock your iPhone 5 officially with a permanent factory unlock? Unlock any model of iPhone with any release of operating system. Official iPhone unlocks are permanent, processed by Apple, completed in iTunes and will not ruin your w…

  45. iUnlox – Official iPhone IMEI Factory Unlocking Service…

    Are you searching for a way to unlock your iPhone 5 permanently with an official iPhone carrier unlock? Unlock any iPhone using any version of firmware. IMEI iPhone unlocks are permanent, processed by Apple, completed in iTunes and do not ruin your war…

  46. monsterxnxx.com scrive:

    Read was interesting, stay in touch……

    [...]please visit the sites we follow, including this one, as it represents our picks from the web[...]……

  47. tube8 scrive:

    tube8…

    Your kindness will be greatly appreciated….

  48. 安全な電力平準化と金…

    私が感じる極めて ハッピーたのは遭遇 あなた ウェブページとを楽しみにしてトンもっと回ここに読み…

  49. Edmonton Limo scrive:

    Edmonton Limo…

    Thank you for producing my private students have access for your website post….

  50. 安全な電力平準化と金…

    私の個人的な 誠実 後悔 への感謝を表現するいないためあなた 以前…

  51. 安全な電力平準化と金…

    私が感じる幾分 ハッピーたのは出くわす あなた ウェブサイトのページとを楽しみにしてそう多くもっと分ここに読み…

  52. 安全な電力平準化と金…

    私たち自身 誠実 謝罪 いないため 早く…

  53. as you read this, you must also…

    be thinking of ways to improve your blog posts and make them interesting. here are some tips to help you enhance the way you present your ideas and thoughts in a blog post.pictures make people noticehave you ever wondered why children…

  54. designer to help you create an attractive…

    banner ad and then contact the site owner. negotiate for the best price and make sure your advertisement will be posted on the specific web page where your prospective customers frequent.social media is king these days therefore it is important that…

  55. to move one step forward to boost…

    your day to day statistics. this can be acquired with the use of search engine optimization.seo helps to increase your blog’s potential ranking by popular search engines like google, nevertheless you have to hire the service of a skilled seo for…

  56. seeking 100 positive reviews, or seeking to…

    put your banner ad on 100 blogs, or seeking to personally connect with 100 prolific food bloggers, you will dramatically increase your exposure and awareness using blogger outreach.take the 100 blogger number, and then multiply it by 100, which can be…

  57. safe power leveling and gold…

    You’re the one conducting a powerful job…

  58. ArcheAge RMT scrive:

    安全な電力平準化と金…

    私が感じるかなり 特権たのは出くわす あなたの全体 ウェブサイトのページとを楽しみにしていくつもっと回ここに読み…

  59. tile atlanta scrive:

    have finished writing spell check and proof…

    read all of your writing and then submit it.3. choice an appropriate design one that goes well with what you are writing. no one wants to read a badly designed blog, on blogger and wordpress you can customize your blog and…

  60. 安全な電力平準化と金…

    私はよく分からない私は知らない私は何をはず | 襲う遭遇私はしていなかったしていなかった場合に行わこのような対象このような。…

  61. safe power leveling and gold…

    You are doing a fabulous job…

  62. safe power leveling and gold…

    Many thanks…

  63. online, you really can’t take it back!every…

    time a product is put into the marketplace, a blog is posted about a certain subject, an e-mail is sent out or answered, your credibility is on the line. that’s what you need to keep in mind.know the secret bullet!if there’s…

  64. Websites we think you should visit…

    [...]although websites we backlink to below are considerably not related to ours, we feel they are actually worth a go through, so have a look[...]……

  65. foundation for writing in your other courses….

    your grades in other college papers and projects will reflect your writing knowledge.your english composition course will teach you to organize your ideas in a format that best presents your point of view. you will learn to compose a document that…

  66. give you options and opinions on things…

    that will help you get more blog readers.are you evolving?change is a part of life. do not be so stuck on what you are doing currently that you refuse to be flexible and open to change to the needs of your…

  67. you get your tablets you’ll notice some…

    will say “ruled” this means that writing tablet comes with lines for you to write on. if it says, “unruled” that means it is blank with no lines. use these two tablets for your english writing only and make a habit…

  68. 安全な電力平準化と金…

    私が感じる真 ラッキーたのは発見 あなた ウェブサイトとを楽しみにして本当にもっと分ここに読み…

  69. you can seriously turn your wordpress site…

    into a internet powerhouse! when choosing blogging software, you really need to look at all the features. while you search to find the best blog software out there, you need to make sure it has all the features you need for…

  70. 安全な電力平準化と金…

    あなた 行って 便利仕事…

  71. to find the top ten sites about…

    your topic. visit each one, see what they have. do they have a blog? do they have a forum? join each and see what they are talking about. what questions are they asking? what problems are they having? can you answer…

  72. boundra RMT scrive:

    安全な電力平準化と金…

    私は何をきただろう | 遭遇私はしていなかったしていなかった場合に行わこのような対象このような。…